Si parte!! Secondo incontro Roberto Giachetti - 4 febbraio 2016: Municipio VIII di Roma

160204-tuttaroma22.jpg
 

Giovedì 4 febbraio 2016, partenza ore 10,30

  • incontro con gli studenti dell’Ateneo di Roma Tre in via Ostiense 161
  • sopralluogo agli ex Mercati Generali di via Ostiense 113
  • visita al mercato rionale “Santa Galla” in circonvallazione Ostiense all'altezza del civico 198
  • visita al parco del Pullino, piazza Augusto Albini 38
  • visita al Mercato Rionale, piazza dei Navigatori  32

qui la locandina in pdf

Contatti Comitato Giachetti

 

Cineforum PD provincia Roma: “Gramsci, la forma della memoria” (Guidonia, 3 febbraio 2016 - ore 18,00)

Politica: 

160203-locandina-gramsci2.jpg

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Proiezione del film “Gramsci, la forma della memoria”. Segue dibattito!

Formazione Democratica – la Scuola di Politica della Federazione Provinciale del PD di Roma – ha organizzato tre serate di cinema dedicate alla storia e alle radici ideali del Partito Democratico.
Tre serate dedicate a tre personaggi illustri:

  • Antonio Gramsci
  • Luigi Sturzo
  • Piero Gobetti

Si comincia il 3 febbraio 2016 con la proiezione del film “Gramsci, la forma della memoria” presso la sede del PD provincia di Roma in via E. Barsanti snc a Setteville di Guidonia (Roma).
Il documentario è stato realizzato montando brani tratti da film, film tv, documentari, inchieste, interviste e materiali raccolti dall’archivio del Movimento Operaio e Democratico.
Gramsci è presentato, oltre che nei brani di fiction e di documentari a lui dedicati, tramite interviste fatte a compagni e amici.
Dopo la proiezione del film è previsto un dibattito con la partecipazione di:

  • Francesco Giasi, vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci
  • Rocco Maugliani, Segretario Provinciale PD
  • Luigi Gentili, direttore di Formazione Democratica - Scuola di Politica
  • Giuseppe Calicchia, coordinatore di Formazione Democratica - Scuola di Politica

Locandina

160203-locandina-gramsci.jpg

(scarica la locandina in pdf)

Formazione Democratica

Formazione Democratica è la Scuola di Politica promossa dalla Federazione provinciale del PD di Roma.
La mission è quella di promuovere lo sviluppo della cultura politica attraverso momenti di dibattito e di confronto.
I valori sono il coinvolgimento, l'ascolto e l'etica.

Contatti

Leggi anche

 

PD VII Municipio Roma: prime iniziative per la campagna elettorale (29 gennaio 2016)

Politica: 

mappa-vii-municipio-logo.jpg

I gruppi di lavoro scriveranno il programma elettorale del PD VII Municipio

Il 29 gennaio 2016 iscritti, dirigenti, eletti ed amministratori  del PD VII Municipio di Roma (San Giovanni – Morena) si sono incontrati presso la sezione “Togliatti-Subaugusta” (fb, web, mappa) per organizzare e pianificare le prime iniziative in vista della campagna elettorale 2016.
All’incontro ha partecipato Laura Coccia (fb, wikipedia, cameratw), parlamentare del Partito Democratico.

Intervento di Ileana Piazzoni, sub commissario PD VII Municipio di Roma

Ileana  ha aperto la riunione spiegando che nei fatti è già iniziata la campagna elettorale per l’elezione del sindaco, dei presidenti dei municipi e dei relativi consigli e che occorre dunque organizzare le prime iniziative del PD VII Municipio.
Si inizierà con la stesura di un programma elettorale per il Municipio che contenga anche proposte  per il programma del PD Roma per Roma Capitale: da questo punto di vista assume particolare rilevanza la costituzione e l’avvio dei gruppi di lavoro del PD VII Municipio come già annunciato nel precedente incontro del 9 gennaio.
Ileana ha inoltre precisato che:

  • il tema delle candidature al consiglio capitolino e municipale sarà affrontato dopo la fase delle primarie come ha già dichiarato Matteo Orfini nella sua veste di commissario del PD Roma
  • il tesseramento 2015 si chiude il 31 gennaio 2016, il tesseramento 2016 inizia il 1° febbraio 2016
  • chi, tra gli eletti, non ha versato le quote previste dallo Statuto non sarà tesserato.

Gruppi e coordinatori

Gruppi interni riservati agli iscritti al PD

Gruppi esterni aperti agli elettori del PD

Intervento di Laura Coccia, deputata del Partito Democratico

Laura ha insistito sulla necessità, anche in vista della campagna elettorale, di confrontarsi con i cittadini ed “uscire dai Circoli”.
“L’iniziativa dei gruppi di lavoro aperti anche agli elettori del PD è fondamentale da questo punto di vista” ha detto Laura “anche per dimostrare che il partito ha voltato pagina rispetto a quanto avvenuto nei mesi scorsi”,
Laura ha insistito in particolar modo sull’importanza di formulare proposte per il governo del territorio per quanto riguarda la mobilità e le politiche sociali che sono i temi che i cittadini sentono  più vicini, ha condiviso l'idea che i gruppi di lavoro del PD VII Municipio diventino il punto di partenza per la realizzazione di un vero e proprio programma elettorale “partecipato” auspicando che tale iniziativa venga fatta propria anche dal PD degli altri municipi di Roma.

Leggi anche

 

Si parte!! Primo incontro Roberto Giachetti - 27 gennaio 2016 in via Tiburtina 695 a Roma

160127-giachetti2.jpg
 

Primo incontro pubblico di Roberto Giachetti con cittadini, associazioni e comitati del territorio del Municipio IV di Roma  mercoledì 27 gennaio 2016 dalle ore 17.30 presso “Musica Incontro”, via Tiburtina 695 (mappa)

 

Il primo incontro dei comitati “OraSì” di Roma sui Referendum Costituzionali (23 gennaio 2016)

Politica: 

160117-orasireferendum-logo.jpg
di Valentina Mantua (web, fb, tw, pdlazio)
 
Il 21 gennaio 2016 si è tenuto il primo incontro dei comitati “OraSì” di Roma.
L’evento, intitolato “La sfida delle riforme: come cambia il Parlamento” ha inaugurato una serie di iniziative che i comitati OraSì intendono promuovere per informare i cittadini sui contenuti del Referendum Costituzionale che probabilmente si farà in autunno.
Il ddl Boschi infatti dovrà tornare alla Camera per due votazioni e molto probabilmente, si farà il referendum se la seconda votazione non avrà la maggioranza assoluta.
L’incontro è stato aperto dal Prof. Francesco Clementi  che ha descritto il contesto nel quale è maturata la volontà e l'opportunità di portare avanti un programma di riforme.
Francesco ha citato l'annus horribilis della politica, il 2013, quando in una situazione economica complessa purtroppo le elezioni non hanno consegnato al Paese una maggioranza, bensì un "tripolarismo" confuso e ingestibile che ha impedito anche una elezione diretta del Presidente della Repubblica.
Secondo Clementi fu proprio Napolitano, al quale fu chiesto un secondo mandato, a innescare un processo di riflessione intellettuale, giuridica e politica (la relazione dei Saggi ne è un esempio, il discorso alle Camere dopo la sua riconferma un altro)  sulla quale è nata l'attuale proposta.
La proposta di riforma costituzionale che andremo a votare infatti non tocca i maggiori architravi del nostro ordinamento costituzionale come l'elezione del Presidente della Repubblica, i rapporti relativi tra il Presidente e il Capo del Governo e i poteri stessi del Premier (abbandonando la discussione sul semi presidenzialismo alla francese che ha fatto naufragare i precedenti tentativi), ma va direttamente a correggere forse la principale causa di inefficienza del nostro sistema legislativo: il bicameralismo perfetto.
Il Prof. Clementi ha descritto il percorso che ha portato il Governo all'attuale proposta di riforma del Senato, il numero dei seggi (95+5), l'elezione (indiretta) e la rappresentanza (regioni e comuni) e le fasi di consultazione, consegnando al pubblico un messaggio importante: la Costituzione era un compromesso anche nella mente dei grandi padri costituenti, cambiarla è un gesto di consapevolezza che la necessità di quei compromessi è venuta meno e il contesto storico è cambiato.
I Comitati OraSì per il momento nascono singolarmente con uno statuto molto semplice e con l'intenzione di fare rete sul territorio romano coprendo il più possibile la mappa dei 15 municipi.
È probabile che in futuro, come fu per i comitati delle primarie, verrà elaborato uno statuto unico e verranno fornite più indicazioni.

160117-orasireferendum-tavolo.jpg

Approfondimenti – la revisione della Parte II della Costituzione

  • “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione”, Atto Senato n. 1429 XVII Legislatura 

Rassegna stampa

#RicucireRoma: registrazione video degli interventi (Radio Radicale, 18 gennaio 2016)

ricucire-roma-foto2.jpg

(clicca sull'immagine per avviare il video)

Il 16 gennaio 2016 si è svolto l’iniziativa pubblica  “#RicucireRoma (fb) un confronto aperto a iscritti, dirigenti ed elettori del PD e del centro sinistra per discutere della città e delle proposte da mettere in campo per rilanciare la capitale.
Sul sito diRadioRadicale.it è possibile rivedere in streaming il video di tutti gli interventi.
La registrazione video ha una durata di 3 ore e 6 minuti.

ricucire-roma-locandina2.jpg

Indice degli interventi

  • Marta Leonori
  • Andrea Masala, rappresentante dell'ARCI di Roma
  • Roberto Scacchi, presidente Legambiente Lazio
  • Simona Bonafè
  • Giovanni Caudo
  • Erica Battaglia
  • Gianni Paris
  • Federica Piteca, coordinatrice della segreteria e dell'iniziativa politica dei giovani democratici
  • Federico Castorina, presidente dell'Associazione Cultura Democratica
  • Walter Tocci
  • Emiliano Pittueo
  • Cristiana Alicata
  • Daniele Torquati, presidente del XVI Municipio del Comune di Roma
  • Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani (Radicali Italiani)
  • Gianluca Di Girolami, fondatore Associazione sportiva dilettantistica Liberi Nantes
  • Francesca Danese
  • Marta Leonori
  • Laura Rocchini
  • Leonardo Zaccone, cofondatore del FabLab
  • Stefano Miceli
  • Marta Bonafoni, consigliera alla Regione Lazio
  • Maurizio Veloccia, presidente dell'XI municipio di Roma
  • Valeria Baglio

Registrazione video

Rassegna web su #RicucireRoma

Tutti i post su #RicucireRoma

Comitato #OraSi! – Incontro a Roma il 21 gennaio 2016: “La sfida delle riforme: come cambia il Parlamento”

Politica: 

160117-orasireferendum-tavolo.jpg
 

Giovedì 21 gennaio 2016 alle ore 19, presso la Chiesa Valdese in P. zza Cavour (ingresso da via Marianna Dionigi 59) primo incontro pubblico organizzato dal comitato #OraSì per il sostegno delle riforme costituzionali.
All’incontro, intitolato “La sfida delle riforme: come cambia il Parlamento”, partecipa il costituzionalista Francesco Clementi dell’Università di Perugia,

160117-orasireferendum-logo.jpg

Contatti

 

#RicucireRoma: intervento di Cristiana Alicata (16 gennaio 2016)

cristiana-alicata.jpg

I romani voteranno il sindaco che più di ogni altro riterranno capace di restituire loro la felicità e noi dobbiamo fare sì che le primarie e le elezioni siano queste: la sfida a chi saprà produrre più felicità per Roma.

Il 16 gennaio 2016 si è svolto l’iniziativa pubblica  “#RicucireRoma (fb) un confronto aperto a iscritti, dirigenti ed elettori del PD e del centro sinistra per discutere della città e delle proposte da mettere in campo per rilanciare la capitale.
Di seguito il testo dell’intervento di Cristiana Alicata (web, fb, tw, lk), come pubblicato sul suo blog

Intervento di Cristiana Alicata

Sono l’unica tra noi 5 a conoscere la nostalgia per questa città.
L’ho conosciuta in diverse fasi della mia vita, la prima volta avevo 6 anni e tornammo da Bergamo per il funerale di mio nonno.
Oggi è una nostalgia più lieve, Napoli è vicina, è anche meno ostile e l’età adulta addolcisce tutto.
Forse perché ho provato quella “fisica”, riconosco i segnali della nostalgia e la riconosco nei racconti di chi mi scrive, degli amici che sono qui, dei colleghi, dei tanti militanti a cui chiedo: raccontami cosa dice la città.
E ho capito che abbiamo da tempo, nostalgia di Roma. Roma ha nostalgia di Roma. Abbiamo nostalgia non di quello che non è, Roma non potrà mai essere diversa da se stessa, ma come tutte le grandi città ha il diritto di trasformarsi, di abbracciare il nuovo millennio, di ripensare a come tenerci tutti insieme, di innamorarsi di nuovo.
Ecco. Avere nostalgia di Roma, per me, è stato anche rivedere alcune cose di come si sta insieme in una comunità. Scardinare porte, spostare muri e guardare le persone che prima sentivo lontane. Siamo qui per questo oggi, sapete? Perché se io e Marta Leonori non sappiamo parlare e darci una visione comune, nessuna di noi due separatamente potrà mai chiedere a nessun romano di fare due passi in più per buttare l’umido o per prendere l’autobus invece della macchina. Se Estella ed Erica non trovano un linguaggio comune non potranno chiedere alla macchina amministrativa, che è fatta di persone per prima cosa, di crescere e modernizzarsi.
Siamo qui perché ognuna di noi, a me in questo caso è capitato di farlo da “cittadina” lontana, ha riconosciuto che amministrare questa città, tenerla insieme, significa accettare i propri limiti e riconoscere che dove c’è il proprio limite, inizia la competenza di qualcun altro.
Io non voglio parlare di quello che è successo, personalmente l’ho fatto in molte sedi pubbliche ed è noto cosa penso di come sono andate le cose.
È noto per esempio che penso che di Mafia Capitale ce ne saremmo dovuti accorgere politicamente anni e anni fa.
Ma in questi anni ho visto crescere le persone che sono qui , non solo Erica, Valeria, Marta ed Estella ma anche molti che sono seduti qui più o meno noti. Ho cominciato all’improvviso anche se ero lontana ad intravedere l’arrivo di un racconto nuovo, che sì si incarnava anche in facce nuove, e nel suo nascere scardinava alcuni vecchi schemi.

ricucire-roma-locandina2.jpg
Ho difeso quella novità con tutta me stessa, da cittadina, perché era ancora fragile ed il rischio è che ora tutto questo, tutti voi, siate soffocati nella culla per tornare o a qualcosa che già conosciamo o a novità velleitarie o alla sconfitta.
Per dirla senza mezzi termini io penso che chi si candida a sindaco di Roma debba raccogliere quello che vedo qui con il suo carico di visione nuova e competenza generata dalla realtà di oggi. Dovrà essere una candidatura collettiva, generosa, innamorata… che scardini etichette, appartenenze, che venga dal centro sinistra, ma non quello dei partiti (sia chiaro io sono orgogliosa di avere la tessera del PD, ma per me la tessera di partito è uno strumento di impegno, non il fine), ma dal centro sinistra dei cuori, della città.
I romani non voteranno il renziano o l’antirenziano.

I romani voteranno il sindaco che più di ogni altro riterranno capace di restituire loro la felicità e noi dobbiamo fare sì che le primarie e le elezioni siano queste: la sfida a chi saprà produrre più felicità per Roma.
Ed io penso che questa città possa farcela, che si possa trovare il modo di restituire la felicità ai romani, di trasformare questa nostalgia e questa rabbia che sentiamo sempre più radicata e che ha spezzato molti legami di solidarietà e fiducia, di trasformarle in energia positiva e collettiva.
Penso che possiamo essere così pazzi da essere capaci di produrre il tempo: se mi chiedete di cosa ho bisogno quando sono a Roma vi rispondo che voglio vivere in una città che mi consenta di avere più tempo.
Di una città che sia tutta abitabile, voglio uscire dalla retorica delle periferie, voglio il coraggio di parlare di città intera.
Voglio un sindaco che ricucia i legami affettivi tra zone di Roma, tra cittadini, tra cittadini e politica.
Voglio un sindaco che ricucia la città dove è urbanisticamente lacerata, dove mancano i servizi essenziali.
Un sindaco che faccia funzionare la macchina pubblica, quella deve essere la priorità altrimenti le parole si schianteranno contro un sistema che va radicalmente ripensato e riorganizzato.
Vorrei un sacco di altre cose dal mio sindaco e penso che si possa fare, si può fare, si deve fare.

Buona politica a tutti.

Galleria fotografica

ricucire-roma-foto1.jpg

ricucire-roma-foto2.jpg

Info su Cristiana Alicata

Rassegna web su #RicucireRoma

 

#RicucireRoma: intervento di Erica Battaglia (16 gennaio 2016)

erica-battaglia-ricucire-roma2.jpg
Serve una politica dell’ascolto da parte del PD per costruire un programma condiviso di governo della città e un nuovo modello di sviluppo economico per Roma

Il 16 gennaio 2016 si è svolto l’iniziativa pubblica  “#RicucireRoma (fb) un confronto aperto a iscritti, dirigenti ed elettori del PD e del centro sinistra per discutere della città e delle proposte da mettere in campo per rilanciare la capitale.
Le promotrici dell’evento sono state Cristiana Alicata, Valeria Baglio, Erica Battaglia, Marta Leonori, Estella Marino, cinque esponenti donne della nuova generazione PD con all’attivo importanti esperienze da amministratrici e dirigenti.
Gli interventi contingentati a 5 minuti e intervallati da contributi video e musicali, sono stati indirizzati  a ricucire la tela che tiene uniti quartieri, persone, società civile e istituzioni e superare la frattura venutasi a creare dalla fine dell’esperienza dell’amministrazione Marino.
Nel seguito una sintesi dell’intervento di Erica Battaglia (fb, tw, web, email), già consigliere di Roma Capitale ed ex presidente della Commissione “Politiche sociali”.

Intervento di Erica Battaglia

Erica ha iniziato il suo intervento rivendicando con orgoglio quanto realizzato in 28 mesi di Amministrazione Marino nel campo delle politiche sociali e dei diritti:

  • il salvataggio dei servizi sociali essenziali che rischiavano la chiusura dopo gli sprechi della precedente amministrazione
  • il registro delle “unioni civili”
  • la stabilizzazione degli operatori A e C assunti nelle scuole al giusto salario
  • il rispetto della legge n. 68 del 1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” per quanto riguarda la pubblica amministrazione capitolina
  • più in generale il grande sforzo, non privo di sacrifici, per riportare a “normalità contabile” l’amministrazione comunale.

“Non vanno però taciute le insufficienze dell’Amministrazione Marino anche in ambito sociale” ha detto Erica, ricordando che è mancato un piano organico di intervento e citando i numeri drammatici dell’emergenza sociale a Roma: 170mila persone  non autosufficienti, 80 mila poveri, 7.000 persone senza fissa dimora, campi Rom, “mentre l’emergenza casa rimane drammatica, nonostante siano stati fatti i passi in avanti”.
Secondo Battaglia è necessario “ricucire” le 2 città che compongono Roma: la prima che gode di servizi e protezione sociale dove il consenso per il PD è ancora forte, la seconda senza servizi e con meno protezione dove è più forte il voto per le destre e i populisti.
Ci sono dunque riforme non più procrastinabili che devono servire anche a riportare a standard accettabili la qualità della vita della seconda Roma, a cominciare dalla riforma della  assistenza domiciliare, al rilancio delle “casa famiglia”, alla progettazione del nuovo “piano regolatore sociale”.
Servono piani contro la povertà, contro le tossicodipendenze e serve assolutamente riprendere la “la cura del ferro” in ambito mobilità anche per ricucire fisicamente le 2 città.
“Ma più di tutto” ha concluso Erica “ serve una politica dell’ascolto da parte del Partito Democratico nei confronti delle necessità dei cittadini, ascolto che poi sappia tramutarsi in un programma condiviso di governo della città volto a un nuovo modello di sviluppo economico per Roma”.

Info su Erica Battaglia

erica-battaglia.jpg

Galleria fotografica

ricucire-roma-foto1.jpg

ricucire-roma-foto2.jpg

Rassegna web su #RicucireRoma

Riorganizzazione del PD VII Municipio Roma – gruppi di lavoro (9 gennaio 2016)

130228-pd-san-giovanni-2

Fonte: PdAlberone.it

Costruire il PD dei territori e dei cittadini

L’8 gennaio 2016 iscritti, dirigenti ed eletti del PD VII Municipio di Roma (San Giovanni – Morena) si sono incontrati presso la sezione “Togliatti-Subaugusta” (fb, web, mappa) per la costituzione dei gruppi di lavoro che gestiranno la riorganizzazione del partito municipale e predisporranno la prima bozza di programma elettorale municipale del partito in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera.

Intervento di Ileana Piazzoni, sub commissario PD VII Municipio di Roma

Ileana  ha aperto la riunione spiegando le finalità dell’iniziativa.
“La costituzione dei «Gruppi di lavoro PD VII Municipio» ha un duplice obiettivo” ha spiegato il sub commissario “

  1. riorganizzare la struttura del partito abbandonando l’ottica per «sezioni» a favore di quella municipale
  2. individuare i temi principali su cui articolare la campagna elettorale del PD nel nostro municipio coinvolgendo il maggior numero di cittadini in questo processo.”

Per quanto riguarda la riorganizzazione del PD VII Municipio, la prima ipotesi prevede la costituzione dei seguenti gruppi:

  1. Organizzazione e comunicazione interna: con l’obiettivo di migliorare anche le sinergie tra iscritti, dirigenti e eletti
  2. Diffusione, sensibilizzazione, comunicazioni esterne: per lavorare con cittadini e elettori sui temi nazionali del partito
  3. Crowd-funding: per la raccolta di nuovi finanziamenti per il partito municipale
  4. Tesoreria municipale: per coordinare la prima fase di gestione economica delle sezioni.

La partecipazione a questi gruppi è riservata agli iscritti del Partito Democratico.

Per quanto riguarda i “temi” per la campagna elettorale gli attuali gruppi già costituiti presso alcune sezioni (ad esempio Alberone e San Giovanni) confluiranno nei nuovi gruppi municipali.
La prima ipotesi prevede la costituzione dei seguenti gruppi:

  1. Mobilità/infrastrutture
  2. Città sicura
  3. Inclusione sociale
  4. Salute e welfare
  5. Ambiente
  6. Trasparenza / sistema informativo partecipativo
  7. Scuola / sport

La partecipazione a questi gruppi è aperta a tutti gli elettori del Partito Democratico.

Intervento di Ennio Girimonte tesoriere PD VII Municipio di Roma

Ennio Girimonte (fb) ha fatto il punto sul tesseramento 2015 – prolungato fino al 31 gennaio 2016 come da nota del Vice Segretario Nazionale Lorenzo Guerini.
Ennio ha anche comunicato che è stato aperto il conto corrente PD VII Municipio e che sono in corso le verifiche relative ai versamenti da parte degli eletti.
Infine Ennio ha ricordato che in occasione della iniziativa “Italia coraggio” con i banchetti del PD è stata aperta la pagina Facebook del PD VII Municipio.

 

Pagine

Subscribe to democratici-digitali RSS