Massimo Micucci: intervista sul Forum “Democratici e digitali” del PD Roma (18 dicembre 2016)

massimo-micucci6.jpg

(Massimo Micucci, foto tratta da flickr.com)

Agatino Grillo (AG): Ciao Massimo. Ti vuoi presentare?

Massimo Micucci (MM): Sono Massimo Micucci, vivo e lavoro a Roma. Mi occupo di relazioni istituzionali, comunicazione politica, e public affairs presso Reti-Quicktop. Sono anche docente sui temi di Politica e Comunicazione 2.0 per Running Academy e l'Unità. Mi sono occupato a lungo anche di politica estera e cooperazione, innovazione tecnologica, energia ed ambiente e lobbying digitale per le imprese.

AG: Il lobbista in Italia è sempre stato percepito in modo non molto positivo. Perché?

MM: In Italia – a differenza di molti altri paesi – la professione del lobbista è poco conosciuta e dunque travisata. Spesso si confonde con il “trafficante” di influenze. Invece il lobbista è un professionista che rappresenta in modo trasparente gli interessi di un’azienda o di un gruppo di aziende nei confronti dei decisori pubblici. É un consulente politico sia per le istituzioni che deve rispettare che per i clienti che deve rappresentare. Oggi prendere buone decisioni politiche è sempre più complesso e spesso i legislatori si improvvisano esperti di temi che in realtà non conoscono bene. Questo – a mio avviso – è anche uno dei motivi della grave crisi di rappresentanza politica che oggi c’è in Italia. La attività di lobbying facilita in assoluta trasparenza il dialogo e la comprensione tra potere politico e imprese e in tal modo fornisce un servizio anche ai cittadini.
Speriamo di avere una legge che la regoli

AG: Nel mese di novembre 2016 Matteo Orfini – commissario del PD Roma – ti ha chiesto di costituire e coordinare il Forum “Digitali e democratici”. Di che si tratta?

MM: Il Partito Democratico di Roma ha costituito 19 forum tematici con l’obiettivo di aggregare competenze e risorse e formulare proposte politiche che il PD Roma possa fare proprie.
I 19 forum del PD Roma si sono riuniti tutti insieme domenica 13 novembre 2016 presso un hotel per dare inizio ai propri lavori   .

tavolo-roma-pd-roma.jpg

AG: Su che temi sta lavorando il Forum “Digitali e democratici”  del PD Roma?

MM: La nostra proposta è formulare e approvare un “Digital Act” composto da una serie di principi e relative azioni e regole volte a favorire la partecipazione digitale all’attività politica.
Oggi c'è una vera e propria “barriera architettonica” nei confronti di chi vuole dare il proprio contributo politico anche in forma digitale al Partito Democratico ed al suo programma
La rivoluzione digitale é ormai l'ecosistema in cui si muovono impresa, del commercio, informazione education, della finanza e financo della PA: i partiti invece sono rimasti “ad una sola dimensione” e usano i media come strumento di propaganda. La vita dei cittadini é un continuum tra fisico e digitale. Siamo noi a dover rispettare il palinsesto personale di tutti e aiutare anche l'impegno associato e individuale. Non il cittadino a dover inseguire la politica. Io considero i “sociali ” tecnologie sociali, sistemi di interazione e collaborazione.

AG: Quali sono i contenuti del “Digital Act”?

MM: Il “Digital Act” consisterà in una serie di proposte volte al rafforzamento della partecipazione politica attraverso strumenti digitali.
Proporremo una serie di azioni a partire da 4 temi principali:

  1. partecipazione, consapevolezza e politica nell’epoca digitale
  2. politiche digitali per la PA
  3. innovazione, crescita, startup, nuovi lavori
  4. industria della comunicazione e dei contenuti.

AG: Quando sarà pronto il “Digital Act” del PD Roma?

MM: C'è un testo già pronto che sarà presentato il prossimo 19 gennaio 2016 in un evento pubblico. Seguendo le linee che contiene é un documento “evolutivo” che verrà condiviso per essere arricchito dai contributi di iscritti e simpatizzanti ed elettori del PD.

AG: State lavorando anche su altre iniziative?

MM: Nel corso dei nostri incontri abbiamo individuato una serie di ulteriori proposte sulle quali il Forum “Digitali e democratici” del PD Roma intende impegnarsi nei prossimi mesi:

  • redazione di un manuale operativo su come utilizzare Facebook nell’attività politica
  • attività di formazione digitale di base rivolta ad iscritti ed elettori ad esempio selezionando una serie di Circoli PD e di associazioni pilota da “trasformare” digitalmente
  • focus tematici aperti al pubblico sui temi digitali strategici (IA, IOT, Big Data) coinvolgendo esperti del settore
  • costituzione di tavoli con le imprese per favorire la trasformazione digitale anche dal punto di vista normativo
  • costituzioni di “digital garage” ovvero punti di assistenza digitali per cittadini e imprese.

In tutte queste attività consideriamo essenziali il coinvolgimento degli eletti del PD e delle organizzazioni giovanili vicine al PD.
Ma vale per qualunque cittadino che abbia un’idea o un gruppo che vuole impegnarsi o raccontare
Come usare i media.

AG: Grazie Massimo e buon lavoro

MM: Grazie a te

Contatti

Massimo Micucci

Forum “Digitali e democratici” del PD Roma

Rassegna web

 

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Full HTML

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.