Istat: primo trimestre del 2016, crescono PIL e occupazione (9 giugno 2016)

160609-jobs.jpg

Su base annua l'occupazione aumenta in particolare per gli uomini, nelle regioni settentrionali, per gli over 50, per i laureati e per gli stranieri.
Calo, sia congiunturale sia tendenziale, degli inattivi.

Il mercato del lavoro

Nel primo trimestre del 2016 l'economia italiana è cresciuta ad un ritmo lievemente superiore a quello registrato nella seconda metà dello scorso anno.
L'aumento del Pil, pari allo 0,3% su base congiunturale e all'1% in termini tendenziali, si caratterizza con un crescente utilizzo di lavoro: le ore complessivamente lavorate aumentano dello 0,5% sul trimestre precedente e del 2,1% su base annua.
Tale aumento coinvolge tutti i principali settori economici, ad eccezione delle costruzioni.
Dal lato dell'offerta di lavoro, nel primo trimestre del 2016 l'occupazione complessiva cresce lievemente rispetto al trimestre precedente, dopo la leggera diminuzione nel quarto, ma con dinamiche notevolmente differenziate tra le diverse tipologie occupazionali: il consistente aumento dei dipendenti a tempo indeterminato è bilanciato dal calo dei dipendenti a termine e dalla stabilità degli indipendenti.
Divaricazioni si osservano anche in relazione alle dinamiche degli occupati per classe di età, con un aumento per i 50-64enni a fronte di lievi diminuzioni per i 15-34enni e per i 35-49enni.
Le tendenze più recenti, misurate dai dati mensili relativi ad aprile 2016 al netto della stagionalità, registrano un miglioramento dei livelli occupazionali, con una crescita complessiva degli occupati per il secondo mese consecutivo.
Le dinamiche tendenziali manifestatesi tra il primo trimestre del 2015 ed i primi tre mesi dell'anno in corso hanno determinato una crescita complessiva di 242 mila occupati su base annua, con un contributo decisivo dell'occupazione dipendente a tempo indeterminato (+341 mila), a fronte della sostanziale stabilità di quella a termine e del calo degli indipendenti, concentrato tra i collaboratori e gli autonomi senza dipendenti.
L'incremento è maggiore per il lavoro a tempo parziale, soprattutto quello di tipo volontario, ma prosegue anche la risalita del tempo pieno.
Inoltre, su base annua l'occupazione aumenta in particolare per gli uomini, nelle regioni settentrionali, per gli over 50, per i laureati e per gli stranieri.
Un aspetto significativo delle dinamiche recenti del mercato del lavoro è costituito dal calo, sia congiunturale sia tendenziale, degli inattivi (sia in termini assoluti sia di incidenza), mentre il tasso di disoccupazione è invariato rispetto al trimestre precedente e diminuisce di quasi 1 punto percentuale rispetto ai primi tre mesi del 2015, con un calo tendenziale di 127 mila disoccupati di lunga durata.
Le variazioni degli stock di occupazione sottintendono significativi cambiamenti di condizione delle persone sul mercato del lavoro, misurati dai dati di flusso a distanza di dodici mesi: tra gli occupati aumentano le transizioni verso il lavoro a tempo indeterminato, in particolare per i dipendenti a termine e soprattutto per i collaboratori.
Inoltre, cresce il flusso dalla disoccupazione verso l'occupazione, unicamente verso la componente a tempo indeterminato.
Tuttavia, l'incremento dei passaggi da disoccupazione a occupazione aumenta soltanto per gli uomini e i giovani 15-34enni, ed è maggiore tra i residenti nel Centro-nord e tra i laureati.
Dal lato delle imprese si rafforzano ed estendono, in termini congiunturali e tendenziali, i segnali di crescita della domanda di lavoro, con un significativo aumento sia delle posizioni lavorative dipendenti sia delle ore lavorate per dipendente, anche per la consistente riduzione del ricorso alla Cassa integrazione.
La crescita dell'occupazione tende a diffondersi progressivamente a tutti i settori di attività economica, con una maggiore intensità in quello dei servizi.
Il tasso dei posti vacanti è stabile sul piano congiunturale mentre aumenta su base annua.
Per quanto riguarda il costo del lavoro, continuano a diminuire gli oneri sociali, per effetto della consistente riduzione contributiva associata alle nuove assunzioni a tempo indeterminato.

Rassegna web

Leggi anche

La #BuonaScuola: al via lo #SchoolBonus, credito d'imposta per chi fa donazioni alle scuole (8 giugno 2016)

160608-la-buona-scuola.jpg

Fonte: www.governo.it

Al via lo #SchoolBonus, il credito d'imposta previsto dalla legge La Buona Scuola (L. 107/2015).
La misura "consente a qualunque cittadino di dare il proprio contributo al miglioramento delle istituzioni scolastiche attraverso una donazione che può essere detratta, in sede di dichiarazione dei redditi, con un credito d'imposta pari al  65% delle erogazioni effettuate", ricorda il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Stefania Giannini.
Le donazioni possono essere effettuate per la realizzazione di nuove strutture scolastiche, per la  manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti e per il sostegno a interventi per migliorare l'occupabilità degli studenti, come i progetti di alternanza scuola lavoro.  
Ogni cittadino, ente o impresa potrà donare alla scuola prescelta la somma desiderata fino ad un massimo di 100.000 euro per ciascun periodo d'imposta.
Il versamento avviene via bonifico.
Il 10% della somma versata confluirà in un Fondo di perequazione destinato a riequilibrare l'impatto delle donazioni sul sistema scolastico.
Il decreto 8 aprile 2016 con le modalità di donazione è disponibile nella Gazzetta Ufficiale n. 119 del 23 maggio 2016

160608-la-buona-scuola-bonus.jpg

Link

 

F.O.I.A. un passo fondamentale verso la trasparenza nella P.A. (Roma 9 giugno 2016)

foia.jpg

Cittadini democratici per una sana politica

Giovedì 9 giugno 2016 a Roma dalle ore 18, presso lo Scout Center, largo dello Scoutismo Roma (mappa, metro Bologna linea B) si terrà l’evento “F.O.I.A. un passo fondamentale verso la trasparenza nella P.A.” a cura dell’associazione di promozione sociale “ParteCivile”.

Presentazione evento

Il diritto dei cittadini all'informazione è legge: i prossimi passi sono essenziali per migliorarla ancora e definire regole certe di accesso ai dati.
L'Italia ha bisogno di raggiungere la trasparenza dei paesi più avanzati.

Partecipano

160607-anna-ascani.jpg  Anna ASCANI (wk, webtwfb) deputata Pd, relatrice presso la commissione Affari Costituzionali
 160607-ernesto-belisario.jpg  Ernesto BELISARIO (web, lk, fb, tw) avvocato, esperto di diritto delle tecnologie promotore di Foia-for-ltaly
 160607-alessandro-giglioli.jpg  Alessandro GILIOLI, (wk, web, tw, fb) giornalista e blogger

Link

Leggi anche

7 proposte: 7 - Rilancio stazioni Tuscolana e Capannelle, nuova stazione a Piazza Zama (5 giugno 2016)

160528-piazza-zama-schema.jpg

Sono candidato per il PD al consiglio del VII Municipio di Roma ed ho scelto di fare la mia campagna elettorale impegnandomi su 7 proposte concrete che possono essere realizzate nella prossima consiliatura.

7 - Rilancio stazioni Tuscolana e Capannelle, nuova stazione a Piazza Zama

Ho partecipato ai lavori del Gruppo "Viabilità, mobilità, infrastrutture" del PD VII Municipio  che ha elaborato le seguenti proposte (qui il dettaglio in pdf) riprese – in parte - dal programma elettorale di Valeria Vitrotti nostra candidata presidente del VII Municipio (qui in pdf) e che faccio integralmente mie.

Proposte per la viabilità e il rilancio delle stazioni ferroviarie nel VII Municipio di Roma

Stazione Capannelle

Occorre potenziare le infrastrutture di trasporto collettivo pesanti e quindi ottimizzare al servizio del territorio l’infrastruttura ferroviaria di collegamento con la linea Cassino/Castelli realizzando un nodo di scambio presso la stazione Capannelle.
Nodo di scambio che non significa semplicemente far fermare i treni nella citata stazione, ma organizzare un efficiente servizio pubblico di collegamento.
Non si deve escludere la possibilità di attestare alcune linee extraurbane al nodo Capanelle in alternativa a quello di Agnanina così da scaricare la linea A della metro.

Stazione Tuscolana

In termini di mobilità trasversale occorre concretizzare la migliore accessibilità del nodo di scambio, metro A/servizio FL, nella stazione di Pontelungo - Tuscolana.
Non si devono escludere a priori anche soluzioni innovative; a titolo di esempio un possibile collegamento sotterraneo tra le due stazioni al fine possano rendere più breve ed agevole lo scambio tra le due infrastrutture a differenza del collegamento attuale.

Fermata Piazza Zama

Occorre concretizzare la realizzazione della fermata del servizio ferroviario urbano a piazza Zama.

Piazzale Appio

In corrispondenza di piazzale Appio occorre organizzare un’isola ambientale intelligente quando sarà dismesso l’attuale cantiere metro C.
In ragione della situazione esistente occorre considerare che il cantiere Metro A attuale è collocato a largo Brindisi per cui la circolazione stradale è già oggi fortemente limitata in tale luogo.

Tramvia Leggera Saxa Rubra-Cinecittà-Laurentina

È reperibile in rete la proposta relativa al progetto di tramvia leggera Saxa Rubra-Cinecittà-Laurentina.
Al di là della specificazione di modalità Tram la proposta rappresenta la necessità di realizzare un asse periferico di collegamento trasversale.
La scelta tra le modalità ferro o gommato rappresenta un ragionamento da esperti per una corretta valutazione dei flussi.
In termini complessivi si ritiene che il collegamento con le parti orientali della città con l’EUR possa essere assicurato dalla servizio della metro B.
Resta la necessità di realizzare un asse di collegamento trasversale tra il VII municipio e l’EUR che sia più diretto e non costringa allo scambio metro A/ metro B.
Per quanto sopra ha sicuramente ragione d’esistere una proposta finalizzata ad alla citata offerta diretta di trasporto.
La proposta può anche essere interpretata come naturale prolungamento verso Laurentina di quanto già previsto sulla Togliatti in merito all’uso più razionale di questa infrastruttura nel collegamento Anagnina - Ponte Mammolo.

Ciclabilità

Occorre anche valorizzare l’uso della modalità ciclabile.
A tal fine occorre analizzare con attenzione la proposta presentata dal comitato Settimo biciclettari:
https://settimobiciclettari.wordpress.com/2015/03/16/un-biciplan-per-il-vii-municipio/

Speciale: nuova stazione ferroviaria a piazza Zama

Sulla opportunità e possibilità di realizzare una nuova fermata ferroviaria a Piazza Zama lungo la linea ferroviaria urbana FL1 (da Orte/Monterotondo a Fiumicino) ho già scritto un post specifico  che di seguito riassumo

Stazione p.zza Zama: 50 anni di dibattiti, ora azioni concrete per favore!

Da oltre 50 anni (sic!) si parla della realizzazione di una stazione ferroviaria a Piazza Zama (mappa) nel VII Municipio di Roma sui binari della linea ferroviaria regionale FL1.

160528-piazza-zama-schema-indicazioni.jpg
Una proposta che è da anni sui tavoli della Regione, Ferrovie dello Stato, Agenzia della Mobilità.
Nel 2006 l’idea viene rilanciata dal Sindaco Veltroni che nel 2008 la inserisce nel PGR.
Nel 2010, l’ex IX Municipio (oggi VII Municipio) con un’assemblea pubblica elabora un documento partecipato con le organizzazioni della società civile e ai cittadini in cui si evidenzia la necessità di rafforzare la ferrovia metropolitana FR1,  prevedendo la Stazione Zama e la riqualificazione della caserma Zignani che si affaccia sulla Piazza, per la quale si prevede una funzione pubblica come ad es,  cinema, verde, spazi pubblici.
Nel 2014, l’AREMOL (Agenzia della Mobilità della Regione Lazio) la inserisce negli interventi da realizzare.
Nell’aprile 2015 la giunta Marino inserisce la “Stazione Zama” nel nuovo PGTU - Piano Generale di Traffico Urbano.

160528-piazza-zama-pgtu.jpg

Scarica il PGTU 2015

160528-pgtu.jpg

Per approfondire

Link

7 proposte per il VII Municipio

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

Da oggi le unioni civili sono legge (5 giugno 2016)

160605-unioni-civili-legge2.jpg
Love is love

Il 5 giugno 2016 entra in vigore la legge 20 maggio 2016, n. 76, “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”(cosiddetta legge Cirinnà) approvata dal Parlamento italiano l’11 maggio 2016.
Questi, in sintesi, gli aspetti principali della nuova legge.

Unioni civili

Un’unione civile tra due persone maggiorenni dello stesso sesso si costituisce mediante dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni.
L’atto è registrato nell’archivio dello stato civile.
Le parti possono stabilire, dichiarandolo all’ufficiale dello Stato Civile, di assumere un cognome comune, scegliendo tra i loro cognomi o di anteporre o posporre al cognome comune il proprio.

Diritti e Doveri

Con la costituzione dell’unione civile le parti acquistano gli stessi diritti e doveri. In particolare  da essa discendono:

  • l’obbligo di assistenza morale e materiale;
  • l’obbligo di coabitazione;
  • l’obbligo di contribuzione economica in relazione alle proprie capacità di lavoro professionale o casalingo;
  • l’obbligo di definizione di comune accordo dell’indirizzo della vita familiare e della residenza.

Regime patrimoniale

Il regime patrimoniale, in mancanza di diversa convenzione tra le parti, è la comunione dei beni. Alle convenzioni patrimoniali si applicano le norme del codice civile.

Diritto successorio

Riguardo alla successione, alle unioni civili si applica parte della disciplina contenuta nel libro secondo del codice civile.

Impedimento o nullità

L’unione civile è impedita dal precedente vincolo matrimoniale o di unione civile, dall’interdizione, dalla sussistenza dei rapporti di parentela, affinità o adozione tra le parti, dalla condanna di una delle parti per omicidio tentato o consumato nei confronti del coniuge o di chi sia unito civilmente con l’altra parte dell’unione civile.
È prevista la disciplina dei casi di nullità delle unioni civili.

Scioglimento dell’unione

L’unione civile si scioglie con manifestazione congiunta o disgiunta dinanzi all’ufficiale dello Stato Civile e si applicano alcune norme previste per il divorzio, ad esclusione dell’istituto della separazione.

160605-love-is-love.jpg

Il Testo della legge sulle Unioni civili

Per approfondire

Rassegna web

7 proposte: 6 - Trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio (4 giugno 2016)

160518-anticorruzione.jpg

Sono candidato per il PD al consiglio del VII Municipio di Roma ed ho scelto di fare la mia campagna elettorale impegnandomi su 7 proposte concrete che possono essere realizzate nella prossima consiliatura.

6 - Trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio

Sono il coordinatore del "Gruppo Trasparenza" del PD VII Municipio di Roma le cui proposte (qui in pdf) sono state recepite dal programma elettorale di Valeria Vitrotti - candidata Presidente del VII Municipio per l’alleanza di centro-sinistra - che dedica un intero capitolo al tema della trasparenza: il capitolo 2  “Un Municipio grande, ma unito” (pag. 3 del programma di Valeria qui in pdf) che di seguito riproduciamo.

Un Municipio grande, ma unito

Un Municipio aperto, trasparente e moderno. Un Municipio unico.
Aperto alla partecipazione di residenti, studenti e professionisti per la progettazione di interventi sul territorio e per la gestione di servizi.
Aperto alle risorse umane rappresentate da migliaia di cittadini con conoscenze, capacità e iniziativa.
Trasparente perché la progettazione e la programmazione degli interventi seguirà percorsi semplici e chiari.
Trasparente perché cittadini e operatori economici potranno costantemente monitorare i procedimenti amministrativi anche online.
Moderno perché le procedure, i bandi e le informazioni saranno disponibili a tutti i cittadini mediante strumenti open data.
Moderno perché efficiente e capace di rispondere velocemente alle necessità di ognuno.
Unico perché occorre ridefinire gli spazi delle due sedi municipali che devono essere riorganizzati al meglio delle loro potenzialità, per starci bene, tutti, e ovunque.
Sicurezza sul lavoro, vivibilità degli spazi, rispetto per le professionalità.
Se si lavora insieme, si lavora meglio.

Cos’è la “Trasparenza amministrativa”?

Nel 2013, nell’ambito della nuova normativa anti-corruzione (Legge 190/2012), è stato approvato il cosiddetto “Testo unico sulla trasparenza”  (D.Lgs. 33/2013), che per la PA:

  • riordina gli obblighi di pubblicazione on line esistenti e ne prevede di nuovi, tra i quali:
    • curriculum e compensi degli organi politici e dei dirigenti
    • sovvenzioni, contributi e sussidi economici superiori a € 1.000
    • rendiconti dei gruppi consiliari
    • bilanci di previsione e consuntivi
    • carte dei servizi e tempi medi di erogazione dei servizi
    • piani regolatori e altri strumenti urbanistici
    • liste di attesa delle prestazioni sanitarie;
  • introduce il nuovo istituto dell’accesso civico, definito come “il diritto di chiunque di richiedere” documenti, dati e informazioni che la PA avrebbe dovuto pubblicare obbligatoriamente, “nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione”;
  • prevede l’adozione e la pubblicazione del programma triennale per la trasparenza, la nomina del responsabile per la trasparenza e l’obbligo di svolgimento annuale della giornata per la trasparenza;
  • prevede sanzioni per il mancato adempimento degli obblighi di trasparenza.

FOIA – Freedom of Information Act – ovvero il diritto di accesso generalizzato

La legge 124/2015, meglio conosciuta come “Riforma della Pubblica Amministrazione” o “Riforma Madia”, prevede, tra l’altro, una “Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza” (art. 7).
In particolare, l’art. 7, comma 1, lett. h) attribuisce al Governo una delega per la realizzazione, anche nel nostro ordinamento, di un vero e proprio “diritto di accesso generalizzato”, consentito – come nei sistemi FOIA, Freedom of Information Act – a “chiunque” su tutti “i dati e i documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni”.
Nel gennaio 2016 il governo ha emanato il decreto 267 che introduce anche in Italia una forma di sistemi FOIA; il 17 maggio 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato il tenendo conto delle osservazioni giunte dalle associazioni impegnate nella trasparenza e degli esperti del settore.

Il commento del ministro Marianna Madia

2016.01.21 B laPresse Marianna_Madia_foto F. Cimaglia  2.jpg

«Abbiamo mantenuto la promessa. Il Foia è legge - ha sottolineato il ministro per la Semplificazione e la pubblica amministrazion Marianna Madia (link is external) - Con il decreto attuativo della riforma della pubblica amministrazione, approvato definitivamente, l’Italia adotta una legislazione sul modello del Freedom of Information Act. I cittadini hanno ora diritto di conoscere dati e documenti in possesso della pubblica amministrazione, anche senza un interesse diretto».
«Nel corso del dibattito pubblico di questi ultimi mesi - ha dichiarato il ministro - mi ero impegnata affinché venissero recepite le condizioni espresse nei pareri delle commissioni parlamentari: chiedere un documento sarà gratuito; un’amministrazione che rifiuta il rilascio di un documento dovrà motivarlo in maniera chiara; il cittadino che si oppone al rifiuto di un’amministrazione di rilasciare un’informazione potrà rivolgersi al responsabile della trasparenza o al difensore civico e, in ogni caso, al Tar. Il FOIA può garantire la massima trasparenza della PA e la più ampia partecipazione dei cittadini, che possono esercitare un controllo democratico sulle politiche e le risorse pubbliche».
«L’impegno sulla trasparenza - ha concluso Marianna Madia - non finisce qui. A breve, con un metodo che sin qui ha funzionato, coinvolgeremo le realtà della società civile sull’open government e apriremo un percorso di confronto e lavoro comune».

Leggi anche

7 proposte per il VII Municipio

Gruppo Trasparenza del PD VII Municipio

Gruppo Trasparenza del PD Lazio

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

PD: chiusura campagna elettorale in V e VII Municipio (3 giugno 2016)

160603-chiusura-vii-municipio.jpg
Il 3 giugno 2016 il Partito Democratico del V e del VII Municipio di Roma chiudono insieme la campagna per il primo turno delle elezioni amministrative alle ore 19.30, presso il Giardino di Monte del Grano, in via Monte del Grano – Piazza dei Tribuni (mappa) metro A: Porta Furba Quadraro.
All’evento saranno presenti:

  • il candidato Sindaco Roberto Giachetti
  • la candidata presidente del VII Municipio Valeria Vitrotti
  • il candidato presidente del V Municipio, Alessandro Rosi

160331-giachetti-vitrotti0.jpg

(Roberto Giachetti e Valeria Vitrotti)

160603-metro-g.jpg

Altri articoli su Valeria Vitrotti

160329-valeria-vitrotti.jpg

(Valeria Vitrotti)

160518-vota-pd-giachetti-vitrotti.jpg

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

7 proposte: 5 - Nuovo polo sanitario (3 giugno 2016)

160603-polo-sanitario.jpg

Sono candidato per il PD al consiglio del VII Municipio di Roma ed ho scelto di fare la mia campagna elettorale impegnandomi su 7 proposte concrete che possono essere realizzate nella prossima consiliatura.

5 - Nuovo polo sanitario

Il programma elettorale di Valeria Vitrotti candidata Presidente del VII Municipio per l’alleanza di centro-sinistra prevede di un “un polo sanitario di eccellenza” inidividuandone la sede migliore ad Arco di Travertino:
Recita il programma:
“Prioritario è intervenire sulla struttura presente nel nodo di scambio ad Arco di Travertino (mappa): la sua posizione baricentrica nel Municipio, la presenza di parcheggi interrati e la connessione con la linea A della metropolitana ed il capolinea dei bus, fa di Arco di Travertino un luogo raggiungibile dai cittadini e pertanto adatto ad ospitare un polo sanitario di eccellenza che accolga servizi socio-sanitari territoriali attualmente insufficienti e collocati in modo disomogeneo sul quadrante dell’Appio Latino”. (pag. 5 del programma di Valeria qui in pdf)

Casa della salute?

Nel Lazio sta nascendo una nuova rete sociosanitaria territoriale di cure primarie e di continuità assistenziale: le Case della Salute che offrono ai cittadini un'unica sede territoriale di riferimento alla quale rivolgersi ogni giorno per i diversi servizi socio sanitari tra cui quelli per le patologie croniche (come ad esempio il diabete o lo scompenso cardiaco).

Maggiori informazioni su Casa della Salute

Le Case della salute sono strutture socio-sanitarie, dove i servizi di assistenza primaria si integrano con quelli ospedalieri, specialistici, dei servizi sociali e del volontariato. Strutture polivalenti, luoghi di prevenzione e promozione della salute, cuore della medicina territoriale. Un unico luogo dove la persona viene presa in carico dal sistema assistenziale, realizzando concretamente l’integrazione dei servizi socio-sanitari.

  • Scarica le slide “Il welfare è di casa” in pdf

Leggi anche

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

7 proposte: 4 –Scuole aperte in orario extrascolastico (1 giugno 2016)

160601-scuola-aperta.jpg

Sono candidato per il PD al consiglio del VII Municipio di Roma ed ho scelto di fare la mia campagna elettorale impegnandomi su 7 proposte concrete che possono essere realizzate nella prossima consiliatura.

4 –Scuole aperte in orario extrascolastico

Crediamo che le scuole debbano essere aperte alla cittadinanza per fare da ponte con il territorio.
La proposta di un’apertura prolungata delle scuole è nata nell’ambito del Gruppo “Scuola” del PD VII Municipio  ed è stata ripresa nel programma elettorale di Valeria Vitrotti candidata Presidente del VII Municipio per l’alleanza di centro-sinistra.
Le “Scuola aperta” prevede “la condivisione della risorsa scuola con le altre realtà territoriali e con i cittadini, ampliando gli orari di apertura extra-scolastici, soprattutto per gli spazi/risorsa (teatri, aule magna, giardini), e la gestione informale della collaborazione scuola – territorio. (pag 10 del programma di Valeria qui in pdf)

Ulteriori informazioni su "Scuola aperta"

Leggi anche

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

7 proposte: 3 - Sportello antiviolenza per le donne (31 maggio 2016)

160531-sportello-antiviolenza.jpg
Sono candidato per il PD al consiglio del VII Municipio di Roma ed ho scelto di fare la mia campagna elettorale impegnandomi su 7 proposte concrete che possono essere realizzate nella prossima consiliatura.

3 - Sportello antiviolenza per le donne

La proposta è nata nell’ambito del Gruppo Municipale “Politiche Sociali” del PD VII Municipio  prevede (pag. 2 del documento "Relazione del Gruppo di lavoro delle politiche sociali ed abitative VII Municipio, qui in pdf)  e prevede la creazione di uno sportello antiviolenza nel VII Municipio di Roma per l’accoglienza, prima assistenza, consulenza psicologica e giuridica per le donne vittime di violenze nonché l’istituzione di un numero verde di ascolto.
Le associazioni interessate a fornire questo servizio possono concorrere ad un bando che prevede fondi stanziati dalla Regione.
Il Municipio potrebbe intervenire mettendo a disposizione un locale per il call center e lo svolgimento del servizio da parte della associazione che risulterà vincitrice.

Lo sportello antiviolenza negli altri Municipi

Nel febbraio 2015 nel II Municipio di Roma è stato inaugurato uno “Sportello Antiviolenza”

Lo sportello, realizzato in collaborazione con una cooperativa sociale e  una associazione sociale onlus, è stato finanziato dalla Regione Lazio nell’ambito del bando “Bene in Comune”, iniziativa rivolta agli Enti locali per rispondere ai bisogni delle persone più fragili.
Il Municipio II ha quindi elaborato un progetto pilota denominato “Piano Municipale Antiviolenza” - che prevede l’istituzione di uno sportello contro la violenza - di concerto con le strutture e gli enti presenti sul territorio municipale: i presidi delle ASL, i consultori e gli ospedali, le scuole e le Università, le Forze dell’Ordine, la Procura della Repubblica ed il Tribunale di Roma, i servizi sociali, i centri per l’impiego e le associazioni.

Leggi anche

Chi sono

Sono Agatino Grillo, il curatore del sito www-democratici-digitali.com e sono candidato per il Partito Democratico al Consiglio del VII Municipio di Roma (mappa).
Se risiedi a Roma in questo Municipio ti invito a votarmi il 5 giugno 2016: sulla scheda rosa barra il simbolo del Partito Democratico e scrivi il mio cognome GRILLO.
Nel mio volantino elettorale - che puoi scaricare a questo link  - ci sono le mie “7 proposte per il VII Municipio”: assistenza sociale leggera, scuola aperte in orario extrascolastico, sportello antiviolenza per le donne, lotta allo spreco alimentare, nuovo polo sanitario, trasparenza e accessibilità totale delle informazioni del Municipio, rilancio delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Capannelle e nuova stazione a Piazza Zama.
Per approfondire le mie idee idee e avere altre informazioni puoi anche consultare il sito web http://www.agatinogrillo.com o contattarmi via email agatino.grillo@gmail.com

160525-agatino-grillo-banner.jpg

Pagine

Subscribe to democratici-digitali RSS